Giuseppe Marzulli - Nutrizionista

Telefono : +393339460202

Schermata 2022-06-27 alle 16.13.35

Farmaci per l’obesità

Premettendo, a monte di tutto, che la prescrizione di un farmaco E’ UN ATTO MEDICO, quindi nessun nutrizionista può consigliarlo, ci tenevo a scrivere un articolo che faccia chiarezza su queste sostanze, sulla loro utilità ed efficacia.

In Italia, dal 2016, è infatti prescrivibile dai Medici una molecola chiamata Liraglutide (farmaci Saxenda o Ozempic) per la cura dell’obesità complicata.

E’ noto a tutti che la perdita di peso è spesso difficile, specie quando i kg da perdere sono tanti e quindi il tempo necessario per perdere peso, è notevole.

Il tempo insieme alle condizioni psicologiche della persona che spesso non si accetta nel proprio corpo e vive frustrazione e tristezza profonda, rende l’adesione alla dieta (seppure elaborata dal miglior nutrizionista) scarsa ed il percorso, in definitiva, inefficace.

Da qui anche il recente successo degli interventi di Sleeve Gastrectomy, ovvero la resezione chirurgica di parte dello stomaco, con conseguente induzione di difficoltà digestive e malassorbimento che “obbligano” ad una forte riduzione degli entroiti alimentari. Risolutiva per taluni, essa non è sempre di facile gestione e non esclude il recupero del peso negli anni.

Ma veniamo al tema dell’articolo “i farmaci per l’obesità”:

si tratta di farmaci che agiscono sugli equilibri ormonali specie legati al metabolismo degli zuccheri.

Infatti la molecola è la Liraglutide, un agonista del recettore del GLP-1 (glucagon-like peptide-1) che viene rilasciato in circolo dopo il pasto e svolge l’azione di stimolare il rilascio di insulina post-prandiale.

Si è scoperto che nella saliva della lucertola Gila Monster vi è una molecola, l’exendina-4, in grado di mimare l’effetto di GPL-1 legandosi al suo recettore naturale ed attivandolo.

Questa molecola è stata riprodotta in laboratorio con il nome di exenatide ed utilizzata come farmaco per la cura dei pazienti diabetici, dimostrando una certa efficacia, sebbene abbia come effetto indesiderato l’insorgenza di nausea. Il farmaco è chiamato “Victoza” (la molecola è la liraglutide, analogo dell’exenatide).

Si è notato che insieme alla migliore gestione del diabete il farmaco determina anche una sensibile riduzione del loro peso corporeo.

Nel 2015, sulla base degli esiti di trials clinici, è stato approvato l’uso del liraglutide per il trattamento dell’obesità, ad un dosaggio più elevato di 3 mg, sempre nella formulazione iniettabile, commercializzato con il nome Sexenda, disponibile nel 2016 anche in Italia.

Uno studio ha arruolato 3731 persone ed a 2487 di queste è stato somministrato il liraglutide alla dose di 3 mg/die, ai restanti 1244 è stato somministrato il placebo.

Il 63,2% dei pazienti che hanno assunto il farmaco hanno perso almeno il 5% del peso corporeo (contro il 27,1% del gruppo placebo) ed il 33,1% più del 10% (contro il 10,6% nel gruppo placebo). Gli effetti avversi più frequenti nel gruppo di intervento sono stati la nausea e la diarrea.

QUI LA PUBBLICAZIONE DEL NEJM del 2015

Ho personalmente seguito una paziente a cui è stato prescritta Liraglutide e che ha seguito Linea Dadi.

Confermo gli effetti avversi quali nausea, vomito, diarrea, stipsi che hanno abbassato inizialmente la qualità della vita ma, nonostante tutto la paziente ritiene che la motivazione nel seguire la dieta, non avere fame ossessiva e nel vedere i risultati, rende l’esperienza positiva per chi ha una gestione difficile del peso ed una refrattarietà al dimagrimento.

Il farmaco si assume per iniezione sottocutanea giornaliera, a partire da una dose di 0,6 mg e fino ad arrivare a 3 mg e deve essere interrotto se entro 12 settimane (3 mesi) non si è perso almeno il 5% del peso corporeo.

Ricordo che la prescrizione del liraglutide è un atto medico, il nutrizionista può accompagnarvi nel percorso, trovando la strategia migliore (anche in virtù degli effetti intestinali) e monitorando le masse con la BIA ogni mese.

Esempio trattamento Ozempic (simil Saxenda)

Per domande scrivetemi nei commenti.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *