Giuseppe Marzulli - Nutrizionista

Telefono : +393339460202

Schermata 2020-11-30 alle 12.30.01

Biorigenerazione lipolitica e tissutale

Da 10 anni mi occupo di prescrivere diete dimagranti ed ho cercato di farlo sfruttando al massimo l’inventiva, la motivazione e la mia curiosità verso tutti gli approcci nutrizionali esistenti. Ho ideato così LINEA DADI: un metodo che dal 2011 utilizzo con grande successo (sia sulla bilancia che, ancor più importante, in termini educativi) per aiutare le persone che si rivolgono a me a  ritrovare il peso forma o perfezionare il proprio fisico.

Nel tempo le persone che si sono rivolte a me sono per lo più persone non obese ma che vogliono perfezionare parti del proprio corpo, migliorando l’aspetto fisico. Parlo di quelle zone dove l’occhio cade sempre quando ci si guarda allo specchio. Ognuno ha le sue!

Come prima cosa cerco di agire sull’accettazione di alcuni aspetti. Infatti mediante la definizione del SOMATOTIPO la persona conosce la sua “composizione” in termini di forme geneticamente determinate e di tipo strutturale.

In seconda battuta si individuano però margini di perfezionamento raggiungibili. Ce ne sono sempre!

Quel che è più sbagliato è rinunciare, demotivarsi e per questo trascurarsi!

Per questo ho deciso da qualche tempo di introdurre nella mia pratica, già più ampia della solita offerta, protocolli di estetica (ovviamente non chirurgica) che permettano di agire su zone di adiposità o di inestetismi, durante il percorso nutrizionale.

La tecnica che ho scelto si basa sulla stimolazione meccanica e naturale attuata da tanti piccolissimi aghi che penetrano nei tessuti da trattare.

microneedling-1-1000x486

Dopo un primo trattamento topico della pelle, preparatorio, con creme ed olii, si applica un prodotto contenente 

Caffeina: attivata il catabolismo lipidico, riduce la riserva di trigliceridi intra-adipocitari
Carnitina:
Aumenta la mobilizzazione di acidi grassi come fonte energetica.
Equiseto: diuretico, riequilibra le concentrazioni elettrolitiche e di minerali.
Carciofo: detossificante e drenante.

Dopo l’applicazione e la distribuzione del prodotto si utilizza il “dermaroller“:

un rullo con micro-aghi che entrando nella parte superficiale del derma provoca dei “micro-fori” facendo entrare i principi attivi ed inoltre  stimola la produzione di collegare ed elastina.

Si dovrebbe raggiungere l’arrossamento della zona interessata tenendo anche conto della sensibilità della persona sottoposta al trattamento.

Il trattamento è abbastanza veloce, circa 15-20 minuti a seduta, ma chiaramente dipende dalle dimensioni delle diverse aree da trattare.  

Generalmente il trattamento, per essere evidente, si ripete almeno per tre sedute ad intervalli di 15 giorni.

E’ un’ottima tecnica di ringiovanimento ed eliminazione di moltissimi inestetismi comuni soprattutto tra le donne, e si chiama needling e può anche essere svolta in autonomia.

Qui segue una piccola guida di come usare il dermaroller a casa (clicca qui)

Per evitare problematiche eventuali, dovute ad un uso errato dello strumento, consiglio di far eseguire il trattamento da un esperto che anche meglio saprà agire sui punti di interesse.

Essendo un trattamento con frequenza mensile e di breve durata, è possibile eseguirlo al controllo nutrizionale di peso e parametri con strumenti e professionista.

Ecco alcuni miei risultati dopo 2 sedute di trattamento a distanza di 20 giorni:

la foto è reale, dopo trattamento con crema con caffeina e carnitina, su una delle mie pazienti che si è sottoposta ai trattamenti eudermici, perfezionando alcune aree di adiposità (interno coscia e glutei)

WhatsApp Image 2021-02-03 at 19.09.39

si noti il gluteo come risulta più tonico (la seconda seduta è la prima foto – vedi data)

WhatsApp Image 2021-02-03 at 19.09.40

si noti l’interno coscia come risulta ridotto e con una forma più compatta e tonica (la seconda seduta è la seconda foto – vedi data)

La paziente segue ovviamente una Dieta Linea Dadi e tra i due controlli ha perso –1 kg di peso corporeo ma -2 kg di massa grassa rilevata alla BIA.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *